Branding e marketing sono due attività che vengono spesso confuse e talvolta contrapposte. Quando ci si accinge a investire nella comunicazione sarebbe importante aver chiare le differenze.

 

Sono attività complementari che richiedono competenze e strumenti differenti

 

 

 

 

Cos’è il brand

Forse parlare di brand riferito alla tua attività potrebbe sembrarti altisonante perché siamo abituati ad associare questa parola a marchi come Coca-Cola, Nike, Apple, bene, queste aziende hanno strategie di brand esemplari, ma si può fare, anzi si dovrebbe fare, branding a tutti i livelli.

Il brand è la promessa che fai al tuo cliente, attraverso il tuo brand dici alle persone chi sei come azienda, cosa vorresti essere, e come vuoi essere percepito.

Per poter fare la differenza nella costruzione di un brand è necessario tener conto della propria identità ma in relazione al tuo target e ai suoi bisogni.

 

 

 

 

Gli elementi del brand

Il principio è il logo. La sua creazione non è il frutto di un colpo di genio o di un’illuminazione giuntaci mentre andavamo a comprare il pane. Il logo, come primo elemento distintivo della tua identità deve significare qualcosa. Deve rappresentarti. Per questo diciamo sempre che è meglio evitare il fai da te.

La centralità di questo elemento è data, oltre che dal suo significato, dalla sua centralità grafica. Una buona immagine coordinata è fondamentale per costruire l’identità visiva della tua azienda. Il tuo sito, i biglietti da visita, il materiale promozionale, ed eventualmente il packaging dei tuoi prodotti dovrà essere in linea con la sua immagine. Questo ti renderà riconoscibile.

 

Oltre all’identità visiva un brand è fatto di una storia, la tua. Questa storia ti rende unico e deve essere capace di suscitare simpatia nelle persone a cui ti vuoi rivolgere. Deve essere capace di raccontare il perché fai ciò che fai, le motivazioni più profonde, deve portare le persone a scegliere te ancora prima del tuo prodotto.

 

Il tuo marchio è fatto anche di valori, ogni vita è unica, e il nostro modo di stare al mondo, la nostra filosofia si riflette in quello che facciamo. La fedeltà alla tradizione, la famiglia, il rispetto dalla natura, la qualità, la valorizzazione delle persone, l’amore per il proprio territorio sono solo un esempio dei valori che possono motivare una persona a svolgere il proprio lavoro in un determinato modo. Oltre che appartenere al tuo modo di essere e di leggere il mondo i valori che sceglierai per rappresentare il tuo marchio devono essere condivisi dalle persone a cui vuoi rivolgerti. Questo creerà empatia e fiducia. Rafforzerà il potere attrattivo del tuo brand.

La percezione che dietro al tuo prodotto o servizio ci sono persone reali che hanno una visione simile alla nostra ci spinge naturalmente a fidarci perché percepiamo un valore aggiunto. Questo spinge le persone a percepire la qualità e il valore di ciò che fai e saranno quindi motivate a pagarlo di più.

A proposito di persone reali è importante che queste parlino come persone reali. Il linguaggio che utilizzerai per la comunicazione dovrà suonare umano e riflettere la tua personalità, non è scontato.

Anche individuare il tono di voce è un processo che ha bisogno di una fase di osservazione e di studio, è infatti importante capire chi sei, cosa vuoi comunicare e come, dove e a chi.

 

 

 

Costruire una brand strategy

Avere un logo significativo, una storia coinvolgente, dei valori condivisi col proprio target, un tono di voce chiaro sono gli elementi necessari per costruire una strategia di brand.

Il lavoro per creare una strategia di brand è un po’ come un viaggio alla scoperta di sé stessi. Dovrai interrogarti sulla tua identità, su come sei arrivato ad essere quello che sei, di tutte le esperienze che hai vissuto come professionista. Fare branding significa scavare fino ad arrivare a scoprire il perché fai quello che fai. E come questo si rispecchia nei tuoi prodotti e servizi.

Una volta che avrai chiara la tua identità, il tuo brand sarà pronto per essere diffuso e per crescere. Il suo scopo sarà creare attorno autorevolezza attorno al marchio, per questo sarà necessaria una comunicazione coerente.

Il branding mette il marchio al centro, si basa sul dare personalità e riconoscibilità. Possiamo dire che ha a che fare con la sostanza, con il cosa vogliamo comunicare. Affinché una strategia di branding sia davvero efficace è importante che l’identità di marca così costruita venga salvaguardata.

 

 

Nella realizzazione dei tuoi contenuti promozionali, ma anche durante il ciclo di produzione dei prodotti dovrai mantenerti coerente con il tuo brand. Se tra i tuoi valori c’è il rispetto per la natura e per l’ambiente non puoi spedire a casa dei tuoi clienti cataloghi in carta patinata ogni stagione. Cioè puoi, ma stai distruggendo la credibilità del tuo brand. Presta quindi attenzione anche all’attività sui social. Spessissimo agendo d’impulso si possono creare incidenti che minano la credibilità tanto faticosamente costruita.

 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Split.

 

Lascia un commento

© 2015-2020 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione