Le parole in un sito web possono fare la differenza, non solo perché i testi ottimizzati SEO rendono più facile il posizionamento sui motori di ricerca, ma anche perché sono importanti per la realizzazione della strategia di marketing.

Decidere di raccontare una storia, di disegnare un percorso per il tuo cliente ideale è un aspetto assolutamente rilevante se vuoi raggiungere degli obiettivi.

Fare branding non ha a che fare con la pubblicità, ma con la costruzione di un’identità chiara e curata. Perciò i testi devono essere scritti con molta cura, tenendo conto di diversi elementi.

 

 

 

Tanto i testi dei siti non li legge nessuno

Ogni volta che qualcuno mette in fila queste parole a un copywriter spunta un capello bianco. Se sono interessate, se ciò che hanno sotto gli occhi sa coinvolgerle, incuriosirle, le persone leggono eccome.

Un sito web non serve a mettere una bandierina sulla rete, essere online non ha senso senza uno scopo. Se sei un imprenditore saprai che la prima regola per fare i soldi è non sprecarli (credo di essermela appena inventata, ma è abbastanza plausibile), quindi, dal momento che hai deciso di investire in questa cosa dell’online è meglio che ti porti qualche vantaggio.

 

 

 

Un sito ha senso solo se è parte di una strategia di marketing

Prima di iniziare bisogna stabilire gli obiettivi. Poi si costruisce la sitemap tenendo presente il percorso che vogliamo che il nostro lettore compia.

Condurre il lettore da un punto all’altro del nostro sito, fino al momento in cui si iscriverà alla newsletter, o cliccherà su acquista è un lavoro di fino.

Per realizzare dei testi efficaci un copywriter ha bisogno di raccogliere delle informazioni su di te e sul tuo business, capire quali sono gli obiettivi e quale scopo ha il sito all’interno della tua strategia di marketing.

 

 

 

7 punti per testi che funzionano per un sito web

Ho fatto un elenco degli elementi necessari per poter realizzare un sito efficiente con dei testi che si facciano leggere. Sono i presupposti da cui un copywriter parte per realizzare un buon lavoro.

 

  1. Chi sei e qual è il tuo business

il tuo sito deve raccontare ciò che offri, per poter scrivere dei testi che siano utili e capaci di persuadere chi legge della qualità e del valore di ciò che proponi bisogna che lo sappia tu per primo. Non ti sto prendendo in giro, tu sai benissimo chi sei e cosa fai, ma raccontarlo agli altri è un’altra cosa. Significa riflettere su cosa fai, come lo fai, per chi e perché. È un ottimo esercizio che ti tornerà utile in molti altri momenti durante il lavoro e il tuo copy saprà aiutarti, magari realizzando per te un elevator pitch.

 

  1. Individuare il tuo target

A chi ti stai rivolgendo? Il Cluetrain manifesto già dal 1999 è stato chiarissimo: i mercati sono fatti di relazioni, se non riesci a costruire una relazione sincera con il tuo target non riuscirai a distinguerti, a far emergere le potenzialità del tuo prodotto o servizio. Se sai a chi vuoi parlare saprai come parlare, sarà più facile trovare uno stile e un tono di voce adatto.

 

  1. Definire gli obiettivi di marketing

Gli obiettivi di marketing sono i risultati che ti aspetti dalla tua attività, quale è la tua visione, dove vuoi arrivare? Questo è importante per organizzare i contenuti e scegliere le parole per portare i lettori nella direzione che tu hai stabilito.

 

  1. Metti in chiaro la value proposition

Descrivi quali sono i vantaggi che le persone avranno se sceglieranno te, dai loro un motivo concreto per sceglierti. Cosa fa di te la persona giusta? Cosa rende unico ciò che vendi? Il tuo copy inserirà queste informazioni nel tuo sito, trovando le parole giuste per aiutarti a distinguerti tra i tuoi competitor.

 

  1. Scegli le parole chiave

La scelta delle parole chiave è un momento delicato, quelle davvero importanti, che devono essere inserite nel tuo sito web non sono quelle che tu o i tuoi colleghi utilizzate correntemente per descrivere quello che fate o vendete, sono quelle che le persone a cui vi rivolgete usano quando cercano il vostro prodotto o servizio su Google. Sicuramente quando hai chiesto il preventivo per il tuo sito tra le richieste c’era l’ottimizzazione SEO, le parole chiave servono a questo.

 

  1. Trova il tono di voce

Il tono di voce fa parte della tua identità, ed è necessario modularlo affinché si adatti al pubblico a cui ti rivolgi. Essere persuasivi non significa trovare il modo giusto per imbonire le persone, significa essere sinceri, tu sai quanta cura metti nel tuo lavoro e quali benefici reali può portare nelle vite dei tuoi clienti, spiegarlo in modo semplice, facendo in modo che chi legge capisca che sei uno di cui ci si può fidare è il compito che affiderai al tuo copy.

 

  1. Chiedi a chi ti legge di fare qualcosa

La call to action è il fulcro del tuo sito web. Cosa vuoi che faccia chi approda nel tuo sito? Chiediglielo. Se il sito è ben progettato le persone che vi approdano saranno interessate a ciò che proponi, se gli hai spiegato in che modo il tuo servizio può semplificare loro la vita o risolvere un problema, se gli hai fatto capire che sei affidabile, professionale, preparato, saranno pronte a compiere un’azione come iscriversi alla newsletter, richiedere un campione omaggio, o contattarti per un preventivo. In base al tuo obiettivo deciderai di quale azione hai bisogno per raggiungerlo.

 

Come diceva il buon vecchio Nanni, le parole sono importanti, spero di essere riuscita a dimostrarvelo, se così non fosse: via ai commenti! Questo blog non l’abbiamo aperto per dire messa, ma per avere uno spazio di confronto, facci contenti dì la tua.

 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Millennium – Uomini che odiano le donne
.

 

Segui il flow

servizio di naming per professionisti e aziende
 
Una selezione dei miei 3 blog preferiti

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2021 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione