I testi non li legge nessuno. Questa è la prima cosa che viene in mente a chi guarda alla costruzione della propria immagine online come a una spesa e non a un investimento.

Ricorrere al fai da te per la scrittura dei testi del proprio sito web è una scelta che non va fatta con leggerezza.

Se pensi che non valga la pena investire tempo e/o denaro nella scrittura dei testi per il tuo sito, perché tanto i testi non li legge nessuno, questo articolo lo sto scrivendo per te.

Saper risparmiare è importante, ma un approccio superficiale ai testi può danneggiare il tuo business. Credo che sia importante capire se non sia il caso di provare a cambiare atteggiamento.

 

Parte ora il minicorso: cambia atteggiamento in pochi step.

 

 

 

 

Chiediti perché lo fai.

La scelta di promuovere la tua attività online deve nascere da una necessità, che non può essere quella di avere una “vetrina online”. Internet non è via dei Condotti, le persone non passeggiano guardando le vetrine.

 

Inizia a pensare al tuo sito come a uno strumento per attrarre le persone in modo attivo

 

Ti serve un obiettivo. Vuoi vendere di più? Vuoi mostrare il valore aggiunto del tuo servizio? Hai un prodotto molto performante, sostenibile e adatto a migliorare la quotidianità delle persone e vuoi che il suo valore venga percepito a pieno?

Come punto di partenza direi che va bene.

 

 

 

 

Chiediti a chi vuoi parlare.

A tutti non vale! Il segreto è capire a chi è rivolto il tuo prodotto o servizio.

Immaginati di essere un tuo potenziale cliente:

  • quale problema vuoi risolvere?

  • Come ti sente prima di acquistare il tuo servizio?

  • Come cambia la tua situazione dopo avene usufruito?

  • Quali sono le leve che ti spingono ad acquistare?

  • Quali invece le perplessità che ti frenano?

 

Se investi nella ricerca di queste risposte vedrai che le frecce che si perderanno nella foresta saranno molte meno.

 

 

 

 

I testi non li legge nessuno.

E ora torniamo al pomo della discordia: i testi dei siti web non li legge nessuno.

Inizialmente il mio atteggiamento era di negazione.

Ma, mettendo da parte i pregiudizi e provando ad essere totalmente sincera con me stessa, ci sono arrivata: i testi non li legge nessuno. Una volta accettata la realtà viene naturale chiedersi:

 

Se la gente non legge i testi, come fa a capire un sito?

 

Innanzitutto, smettiamo di pensare che stiamo parlando della gente e iniziamo a parlare di noi. Se vuoi capire la gente: osserva le tue abitudini.

Non è che la gente non legge i testi dei siti web, è che non li legge come se fossero un libro. Quando ti trovi a navigare su un sito web lo leggi a salti, ti lasci attrarre dai titoli e dalle parole in grassetto. Vieni incuriosito dalle immagini, e da qualche frase che ha catturato la tua attenzione. Poi fai due più due e ti fai un’idea generale. Se questa idea generale ti suona bene allora, forse, deciderai di andare più a fondo. Lo stesso fa la gente: se tra immagini, colori, titoli H1 e grassetti vari gli scappa di provare un’emozione, allora il gioco è fatto, forse si convincerà ad andare ancora più a fondo. Fino a rispondere alla tua call to action e portarti a raggiungere il tuo obiettivo.

 

 

 

 

Consigli pratici per la scrittura dei testi per il tuo sito

  • Evita i muri di testo. I muri di testo sono come l’aglio per i vampiri. E non mi dilungo oltre.

  • Fai molta attenzione all’impaginazione, un buon designer sa come funziona l’occhio umano e starà attento a disporre i paragrafi in modo da non affaticare i lettori.

  • Utilizza all’interno del testo delle ancore visive: ovvero scegli le giuste parole da mettere in grassetto; quante volte per pigrizia leggi solo le parole in grassetto?

  • Scrivi titoli e sottotitoli capaci di incuriosire le persone, e scrivili belli grandi.

  • Usa un tono di voce che suoni reale.

  • Non parlare di te, e se proprio devi farlo, ad esempio nella about page, fallo in relazione al tuo pubblico, raccontando gli aspetti di te e della tua storia che sono rilevanti e possono aiutare a creare un legame con chi legge.

  • Parla del tuo cliente, invece. Prima ti ho detto di chiederti a chi vuoi parlare, bene parlaci. Tieni presenti tutti gli elementi emersi dalla tua analisi, per trovare gli argomenti giusti per coinvolgerlo e toccare le corde giuste.

  • Scrivi frasi brevi e preferisci una sintassi semplice.

  • Evita i giri di parole e il linguaggio forbito.

  • Rileggi e taglia tutto quello che non è assolutamente necessario. Le frasi vanno ridotte all’osso, cerca di evitare tutto ciò che fa rumore e che distrae dal messaggio.

  • Stai lontano dai cliché. Le frasi fatte e i tormentoni che piacciono tanto distolgono l’attenzione da quello che vuoi comunicare.

  • Ricordati delle call to action, se vuoi che chi visita il tuo sito acquisti un prodotto, diglielo! Vuoi che ti faccia una domanda, diglielo! Che approfondisca un tema andando nella sezione in cui lo affronti, diglielo! Le persone sono pigre, amano sentire la sicurezza di qualcuno che dice loro cosa fare, e spesso lo fanno.

Anzi, noi siamo pigri, a noi fa comodo che ci dicano cosa fare.

 

 

 

 

Conclusioni

Non bisogna offenderci se le persone non leggono i testi dei siti web. Nemmeno tu li leggi, giù la maschera!

Questo non significa che i testi non siano importanti, anzi, fondamentali per il tuo sito web. Significa invece che scriverli richiederà molto impegno e studio, affinché il messaggio riesca a passare nonostante l’ostinata determinazione di noialtri a non fare fatica.

Una volta accettato il fatto che siamo tutti lettori pigri e distratti bisogna rimboccarsi le maniche e scoccare le nostre frecce con precisione affinché riescano a fare breccia.

 

Hai ancora voglia di scrivere da te i testi del tuo sito?

La sfida ti stimola, o stai già sbadigliando?

Hai altre osservazioni da fare sui lettori e su come si potrebbero coinvolgere?

 

Scrivimelo nei commenti!

(Tanto gli articoli dei blog non li commenta nessuno).
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Death Note.

 

Questo tema lo svisceriamo in questi articoli

consigli per i testi del tuo sito web
 
consigli pratici su come sviluppare i testi per il tuo sito web

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2022 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione