Io sono Sara – c’è la mia foto qui a fianco – sono entrata a far parte di questo sporco team ormai da due anni. Ci siamo incontrati perché io volevo allargare i miei orizzonti cercando nuove collaborazioni sul territorio e loro sono stati incuriositi dalla mail che avevo mandato per propormi come collaboratrice.

Spirito d’iniziativa: prima skill.

Lasciamo perdere il bla bla bla sulla prima impressione, sulle sensazioni a pelle e altre fesserie. La cosa che mi colpì di questo team fu la spontaneità. Mi hanno fatto molte domande sulla mia esperienza e raccontato la loro, ci siamo confrontati sulle reciproche visioni del lavoro: un po’ di scazzo – ricevuto in dotazione all’apertura della partita IVA –   tanta autoironia, ma soprattutto tantissima passione e un’etica di rispetto per il cliente e il lavoro, che mi hanno conquistata.

Il tempo volò, era trascorsa un’ora senza che me ne rendessi conto. E a quanto pare anche io feci colpo, perché Tiziana decise di affidarmi un lavoro che non avrebbe potuto seguire durante la gravidanza.

Essere la persona giusta nel momento giusto: un dono.

Da quel giorno non abbiamo più smesso di collaborare, e il mio coinvolgimento nel team è diventato sempre maggiore. Ho iniziato a scrivere su questo blog – poi ti lascio il link per leggere il mio primo articolo – e a condividere le mie idee su come far evolvere un progetto che secondo me aveva un grandissimo potenziale. Quello di Dirty Work, ovviamente.

Sentirti parte di un team unico dove esprimere te stesso: ce l’ho.

Non so se lo sai, ma siamo un gruppo di partite IVA, ops, scusa: un network di professionisti. Siamo un team fluido dove ognuno fa la sua parte condividendo un obiettivo comune.

Ho cominciato occupandomi di copy in modo un po’ generico, dove serve. Poi col tempo, ho deciso di fare il nido in questo team e renderlo un po’ mio proponendomi per curare la brand identity delle aziende che si rivolgevano a noi per migliorare la propria comunicazione sul web. Poter seguire i clienti fin dal primo contatto, partecipare ai brief iniziali e far fruttare la mia famigerata laurea in Semiotica mi ha fatto innamorare ancora di più del mio lavoro e di questo fluido fluido team.

Determinazione per realizzare i tuoi obiettivi: punto di forza.

Quando abbiamo deciso di definire meglio il nostro progetto e fare un restyling dei servizi e del sito io ho subito alzato la mano per occuparmi dei testi. Volevo che fossero più potenti, che fossero espressione della nostra personalità, quella di Dirty Work, e del modo in cui lavoriamo, mettendoci tutto l’impegno e le competenze che abbiamo affinato durante i nostri percorsi.

Spirito d’iniziativa: non è mai abbastanza.

Adesso Dirty Work, oltre che con un portfolio vario e ciccione parla anche con la sua voce, che è un po’ anche la mia.

Te l’ho fatta scendere la lacrimuccia?

Il nostro nuovo sito lo hai visto?

 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Giovani, carini e disoccupati
.

 

Hai altri 5 minuti? Guarda che altro abbiamo di intetessante da proporti

riflessioni su web design e lavoro

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2021 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione