Con l’affermarsi della vendita online, interi settori sono stati sedotti dalle prospettive offerte dagli e-commerce. Anche le farmacie rientrano in questo piano espansionistico dove la ricerca di nuovi potenziali clienti non conosce confini geografici. È arrivato quindi il momento della svolta online per le farmacie di quartiere!

Anche nel settore farmaceutico troviamo approcci e tecniche di vendita online che possono considerarsi vincenti. In questo articolo ti propongo alcuni consigli su come lanciare la tua farmacia online e su come aprire il tuo primo e-commerce farmaceutico!

 

 

 

Alcuni dati importanti per le farmacie online

Prima di pensare di aprire un e-commerce per la farmacia bisogna analizzare un po’ di numeri: il settore farmaceutico è indubbiamente in forte crescita tanto che i dati prospettici registrano un incremento del fatturato pari a +9,3% entro il 2021 (fonte www.statista.com).

A confermare questa prospettiva futura c’è un’ulteriore novità: dal 1 luglio 2015 grazie alla direttiva europea 2011/62/UE è possibile anche in Italia vendere online i farmaci S.O.P. (i farmaci senza obbligo di prescrizione medica), quindi i classici farmaci da banco.

Insomma, i presupposti ci sono tutti per lanciare la tua farmacia online!

 

 

 

I dubbi per un farmacista

La Fiducia

Una delle più grandi sfide è sicuramente quella di convincere gli scettici ad acquistare i farmaci online. La fiducia verso gli e-commerce non è sempre così scontata sebbene i risultati in alcuni settori siano degni di nota. Il farmacista, forte di questo scetticismo, sa bene come nella propria farmacia si instauri un rapporto con il cliente. In un’ottica di servizio online si potrebbe pensare che questa relazione venga meno.

Per un e-commerce farmaceutico è di vitale importanza mantenere quindi questo tipo di rapporto/fiducia col cliente accostando alla vendita online anche un’efficace assistenza. Il tuo farmacista di fiducia è ora a portata di click! Curando infatti la tua presenza online e gestendo costantemente l’attività sui canali social sarà possibile migliorare la brand reputation della farmacia.

 

La gestione del magazzino

Un altro dubbio per i farmacisti riguarda le modalità di gestione del magazzino. Nel caso di un e-commerce può essere di due tipi: fisico o virtuale. Il magazzino fisico consiste nella gestione di prodotti effettivamente presenti nel magazzino della propria farmacia, mentre quello virtuale consiste in un ampliamento dell’offerta di prodotti (non presenti nel proprio magazzino) ma reperibili in tempi rapidi dai grossisti.

 

 

 

Consigli utili per aprire l’e-commerce di una farmacia

Il primo step da cui iniziare è sicuramente la formazione del farmacista. L’e-commerce permette di vendere i farmaci online, ma le dinamiche per farlo si differenziano notevolmente dalla classica vendita offline. Ovviamente non è necessario che il farmacista diventi un esperto di digitale e di web marketing, ma deve almeno focalizzare gli obiettivi da raggiungere e conoscere gli strumenti per poter far crescere il business.

Come anticipato, il rapporto umano tra farmacista e cliente deve essere traslato anche online: quindi attenzione alla cura del cliente, alla sua soddisfazione, all’assistenza veloce ed efficace, ai contenuti che siano utili e che diano informazioni alla persona.

Il dialogo con il cliente deve essere salvaguardato, quindi è necessario usare i più comuni tool per il contatto come la live chat, l’email, il telefono, Skype, Facebook e anche Whatsapp Business, la recente estensione della famosa app (ti rimando a questo link per saperne di più!).

 

Restringi al minimo il gap della distanza fisica, con gli strumenti digitali si può fare!

 

L’altro punto su cui intendo soffermarmi è la creazione di un team di lavoro: creare un e-commerce per la farmacia non consiste esclusivamente nella realizzazione di un sito online e nel caricamento del catalogo dei prodotti. Il lavoro è ben più grande. Fin da subito infatti l’e-commerce ha bisogno di essere monitorato, promosso e gestito costantemente. Per farlo ci sarà bisogno di persone qualificate per alcuni ruoli interni come la gestione del catalogo, il customer care e i contenuti.

Inoltre sono tantissime le farmacie online che caricano una vastità di prodotti sui propri siti. L’equazione più prodotti = più vendite non è sempre così bilanciata. Un catalogo con migliaia di prodotti necessita di una gestione molto più approfondita e di un impegno, soprattutto in termini di tempo. Quindi è meglio caricare un numero limitato di articoli alla volta, prestando attenzione alle descrizioni e alle schede prodotto.

Prova poi ad analizzare la concorrenza e fermati su alcune categorie: in questo modo non solo ti sarà più semplice gestire il catalogo, ma potrai differenziarti restringendo il target di clientela. Adotta una strategia competitiva se vuoi far crescere il tuo e-commerce farmaceutico. Ad esempio, puoi concentrarti sugli integratori oppure verticalizzarti sui prodotti per animali, categorie specifiche con un’ottima rendita.

Un e-commerce farmaceutico di successo terrà conto delle fondamentali regole di usabilità per garantire all’utente una piacevole esperienza di acquisto. Prendi spunto dai grandi marketplace e da come gestiscono le fasi della vendita online. Oltre tutte le strategie di web marketing, non tralasciare la promozione sui canali social sfruttando il remarketing per fidelizzare i clienti. Non dimenticarti poi dell’email marketing che ti permetterà di avere un ulteriore canale preferenziale per quei clienti che hanno rilasciato la mail e che sono interessati a ricevere i tuoi aggiornamenti.

Hai un e-commerce farmaceutico o vuoi aprirne uno? Se ti va di raccontare la tua esperienza o hai bisogno di consigli, ti aspettiamo qua sotto nel nostro form commenti!
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Matrix.
 

Lascia un commento

© 2015-2019 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione