L’email marketing, tra tante strategie è quella attraverso la quale puoi riuscire a instaurare un rapporto più intimo con il tuo pubblico.

Darti il mio indirizzo email è un gesto che ha un certo peso, non è come un follow su Instagram o un mi piace alla tua pagina Facebook. La casella di posta elettronica è percepita come un luogo maggiormente privato rispetto alla bacheca dei social, solitamente popolata da tanti post promozionali o altra roba che posso scorrere senza leggere davvero.

Promuovere il proprio ristorante tramite email è una strategia che viene adottata spesso, e forse ci stai pensando anche tu. Per questo voglio metterti in guardia.

 

 

 

 

1. Acquisizione degli indirizzi email. Fallo bene!

Bad idea: estorcere i contatti ai tuoi clienti.

Avere una mailing list chilometrica non è sempre utile. Siamo nel 2021, fare pubblicità a tappeto non è più considerabile una strategia già da anni. Se fai pressione ai tuoi clienti affinché ti lascino il loro indirizzo, preparati a rimanerci male, perché le tue email finiranno dritte dritte nel cestino o peggio, tra lo spam. Le persone, inoltre, si sentiranno in imbarazzo e potrebbero decidere anche di non tornare. Lo so che il tuo ristorante propone un menù esclusivo e utilizza solo prodotti di qualità ma, purtroppo o per fortuna, non sei l’unico.

 

Come acquisire contatti in modo proficuo?

Good Idea: impegnati a suscitare interesse per ciò che fai.

Se hai già letto i miei articoli probabilmente pensi che sia la mia ossessione – e forse hai ragione – ma per far sì che le persone abbiano voglia di leggere le tue email e ti diano il loro indirizzo, devi creare un rapporto con loro. Condividere valori, creare atmosfere, costruire una cornice positiva all’interno della quale le persone si sentano rappresentate. Ci sto girando attorno, ma quello che sto cercando di dire è che… devi rafforzare la tua (diciamolo insieme) BRAAAND IDENTITY!

 

Eh già, fare una campagna di email marketing non significa scrivere delle email in cui tenti di vendere il tuo prodotto.

 

E questo ci porta dritti come giavellotti al punto due.

 

 

 

 

2. Se si chiama strategia c’è un motivo

Bad idea: decidere di inviare una email alla settimana.

Se non hai strutturato una strategia mandare mail a casaccio è solo una perdita di tempo. Siamo costantemente bombardati da messaggi non richiesti da parte di brand che ci vogliono vendere qualcosa di cui possiamo fare a meno. Abbiamo bisogno di una grande motivazione per aprire la mail che ci viene inviata da un ristorante.

 

Come far sì che il tuo investimento in una campagna via email sia proficuo?

Good idea: pianifica in base a degli obiettivi.

Prima di inviare qualunque email, anzi, prima ancora di iniziare a raccogliere gli indirizzi per la tua mailing list chiediti perché. Vorresti che il tuo ristorante fosse maggiormente frequentato nei giorni feriali? Vuoi promuovere il menu business? Hai cambiato fornitore di bevande e vuoi predisporre il pubblico alla novità?

Bene, in base al tuo obiettivo creerai la campagna.

 

 

 

 

3. Come creare una campagna efficace

Bad Idea: farsi prendere dalla fretta.

Hai deciso che il tuo obiettivo è convincere le persone a venire in ristorante anche durante la settimana. Una email dove scrivi: “siamo aperti anche dal lunedì al venerdì” non è una campagna di email marketing ben fatta.

Good Idea: strutturare una strategia.

Quando si parla di strategia di marketing online per ristoranti questa strategia sarà più efficace se collegata direttamente a una strategia offline.

In esclusiva, per gli amanti degli esempi pratici.

Immaginiamo che io sia la titolare della braceria Ferro e Fuoco, che si trova nel tuo quartiere e dove ti capita di recarti con i tuoi amici. Ho strutturato un’azione per raggiungere l’obiettivo di portare nuovi clienti durante la settimana. La mia idea si basa sul coinvolgimento del pubblico nella scelta dei nuovi piatti del menu. Una strategia di questo genere può funzionare perché invito le persone a partecipare al dietro le quinte. Chi partecipa si sentirà coinvolto, si sentirà parte di una clientela “speciale”, degli “affezionatƏ”.

Ora scomponiamo questo obiettivo in tre fasi:

  • generare consapevolezza

  • suscitare interesse

  • stuzzicare il desiderio

Queste sono tre tipologie di email, una per ogni fase della mia campagna, le manderò a cadenza settimanale, perché il mio intento è anche quello di generare una nuova abitudine, quella di venire a trovarci durante giornate in cui solitamente si preferisce stare a casa. Mandare ogni settimana, per un mese una mail che ricorda alle persone questa possibilità, legandola a un’esperienza positiva può aiutarmi a mettere un semino nella loro mente e a creare un’abitudine.

 

Ciao __________,

buon mercoledì! Cosa farai stasera?

Lo so, è mercoledì, dal mercoledì non ci si aspetta niente. Si rimane a casa, magari si guarda qualcosa su Netflix, a cena una pastasciuttina veloce e poi tutti a nanna e domani sveglia presto.

Ma perché rassegnarti alla noia quando potresti passare a trovarci e svoltare la serata?

Su coraggio, sappiamo che ci stai pensando, e se non sarà oggi, ricordati che siamo aperti tutta la settimana!

A presto!

 

Con questa email non sto davvero vendendo nulla, il suo scopo è far sapere che la mia braceria è aperta tutta la settimana, e cerco di intrattenerti con un tono di voce diretto, amichevole e divertente. Che poi, guarda caso, sono le qualità distintive della braceria: un locale informale e spartano, dove divertirsi e mangiare carni di prima scelta con contorni saporiti. Ora sai che esiste la possibilità di venire a mangiare da me anche durante la settimana. Non ho fatto pressing, diciamo che l’ho buttata lì.

 

Ciao __________________,

come ben sai, qui alla braceria Ferro e Fuoco siamo tipi dinamici, non ci piace la monotonia, per questo stiamo pensando di inserire dei nuovi piatti nel menù. Però vogliamo essere sicuri che siano graditi.

Abbiamo pensato di proporre i nuovi piatti in anteprima durante la settimana e quelli che riscuoteranno più successo entreranno nel menu.

Se vuoi essere dei nostri, ti aspettiamo dal lunedì al venerdì.

Sei pronto a farti travolgere dal gusto?

L’esempio appena proposto è un modo per suscitare interesse, dopo aver ricordato che siamo aperti durante la settimana, manderò questa nuova email in cui propongo un’attività interessante che si svolge nei giorni lavorativi. Anche qui non c’è alcuna pressione, il tono è sempre informale e scanzonato, la call to action è abbastanza vaga.

 

Ciao ______________,

non aspettare il weekend per goderti una cena speciale. Ci sono molte ragioni per venire a trovarci anche dal lunedì al venerdì!

Eccotene qualcuna:

consigli su come promuovere un ristorante con la newsletter

esempio di email marketing per ristoranti

campagna di email marketing per fidelizzare i tuoi clienti

Sono le nostre nuove proposte. Aiutaci a decidere quale piatto avrà l’onore di entrare a far parte del nostro menu. Se il cane di Pavlov che vive in te ha già iniziato a sbavare, ti aspettiamo. Vieni anche dopo la palestra, sei tra amici, non c’è nessun dress code da rispettare!

A presto!

Quest’ultima mail serve a stuzzicare il desiderio. Sarà l’ultima o la penultima fase della mia campagna. La penultima, se valuterò utile inviare una quarta email con un coupon di sconto.

 

Che ne dici, tu le apriresti delle email così?

 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DALLA SERIE TV Squid Game.

 

Che fai, te ne vai senza aver letto questi?

Le migliori newsletter del 2020, un potente strumento di marketing
galleria dei siti più belli per ristoranti e portali di food

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2021 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione