Aprire un blog di viaggi e guadagnare viaggiando, è forse possibile? Tanti, veramente in tantissimi vorrebbero aprire o hanno già aperto un blog in cui parlano di viaggi e mete turistiche, luoghi famosi e altri poco conosciuti. Questa passione ha conquistato le persone che ora puntano a monetizzare online.

Oggi ti dico in che modo puoi far diventare la tua più grande passione una fonte di guadagno, perché alla domanda si può? la risposta è sì, se sai come.

 

 

 

Cos’è un travel blog?

Per prima cosa vediamo nel dettaglio che cosa significa travel blog: è come un diario, online, in cui scrivi o appunti consigli utili per chi ama, come te, viaggiare. In questo diario, oltre a parlare dei tuoi viaggi, puoi citare anche hotel, b&b o ristoranti in cui hai alloggiato o hai gustato piatti tradizionali degni di essere citati.

Adesso cominci a capire perché il blog può essere monetizzato? Bene, andiamo avanti.

Precedentemente ti ho parlato di Inbound Marketing per aziende, ebbene: il travel blog è un ottimo palcoscenico per sfruttare le strategie di Inbound Marketing che conosci. Le persone cercheranno il tuo blog nel momento in cui avranno seriamente bisogno di te, e tu saprai/dovrai ripagare il loro interesse con dei contenuti di valore arricchiti dalla tua esperienza!

 

 

 

Che struttura deve avere un blog di viaggi?

Per creare un travel blog di successo, ragiona attentamente su come strutturarlo: per farlo devi conoscere come e cosa cerca il viaggiatore tipo. Quindi concentrati su quale focus ti vuoi posizionare, fai una scelta delle chiavi di ricerca principali e correlate per quel determinato focus, infine crea un piano editoriale per raggiungere l’obiettivo.

I viaggiatori interessati sono i tuoi clienti, vogliono recensioni, guide, suggerimenti, esperienza, la tua offerta consisterà proprio nel creare questo tipo di contenuti.

È un processo logico che può sembrare semplice, ma in molti sottovalutano e non lo considerano attentamente.

 

 

 

Farsi riconoscere tra tutti

Se fai una ricerca su Google e cerchi blog di viaggi, sicuramente ne troverai un’infinità! Questo perché il settore è un pochino inflazionato, quindi non ti nego che emergere non è facile, ma tutt’altro che impossibile.

Quello che conta è il taglio comunicativo che dai al tuo blog di viaggi.

 

TUTTI DANNO UN CONSIGLIO, NON TUTTI LO DANNO ALLO STESSO MODO

 

Comunica in modo unico, originale, ma soprattutto personale, il tema del viaggio esperienziale. Differenziati per essere istantaneamente riconoscibile in mezzo a tutti gli altri travel blogger.

Da dove iniziare? Sicuramente dal nome. Scegli un nome originale ma che sappia trasmettere nell’immediato il focus che vai a trattare: se ad esempio tratti di viaggi low cost, inserire la parola low cost nel nome farà presa sull’utente che cerca consigli sui viaggi low cost appunto.

 

 

 

Contenuti in storytelling

Lo storytelling sta prendendo sempre più piede, perché alle persone piace leggere e ascoltare i racconti delle altre persone. Per questo motivo è importante che quando decidi di creare il tuo piano editoriale, tenga profondamente a mente l’idea di dare un’impostazione in chiave storytelling.

Mi spiego meglio: quando scegli i tuoi articoli da pubblicare, pensa come se stessi davvero raccontando delle storie che vogliono in qualche modo emozionare il tuo lettore. Non limitarti ad elencare e recensire i ristoranti in cui hai mangiato o i luoghi visitati, cerca di trasmettere le sensazioni che hai provato durante il tuo viaggio.

 

TRAVEL BLOGGING VUOL DIRE EMOZIONARE IL LETTORE

 

I viaggi devono essere delle tappe, quindi quando parli ai lettori bada bene al tuo tone of voice e soprattutto alla parte visual: immagini e video sono fondamentali.

 
 

 

Immagini e video per il tuo travel blog

Un blog senza immagini e video non ha senso di esistere. Allo stesso modo, un blog con immagini e video con scarsa risoluzione, non farà molta strada. Quindi cura fin da subito questi due aspetti, perché non si può avere successo con un blog di viaggi, semplicemente con una scrittura efficace.

Anche le foto e i video devono avere un taglio comunicativo distinguibile, che faccia subito pensare a te. Prendi ovviamente ispirazione dagli altri, guarda chi hai attorno e come comunicano, ma non copiare, lasciati solo ispirare!

Mi raccomando cura sempre la parte SEO delle immagini, in modo da intercettare chi effettua ricerche specifiche attraverso Google Immagini (sono tantissimi, soprattutto nel settore viaggi).

I social sono parte integrante per veicolare immagini e video, quindi sfrutta molto bene Instagram, così da aumentare la notorietà del tuo blog e avere un’ulteriore canale in cui intercettare potenziali lettori.

 

 

 

Come si guadagna con un blog di viaggi?

Questa è la domanda più importante: come guadagna un travel blogger? La risposta è delicata, soprattutto perché un travel blogger può mettersi molto d’impegno, creare dei contenuti fantastici, aver creato un piano editoriale ricco, ma purtroppo non si può andare avanti solo con la passione.

Quindi come monetizzare facendo il travel blogger?

  • Attraverso i social: molte aziende (hotel, ristoranti, b&b) investono sugli influencer per far pubblicare loro dei post o delle recensioni (positive naturalmente). Quindi se riuscirai a creare una community e a farti notare, potrai proporti o addirittura essere contattato per sponsorizzare a pagamento queste aziende. Fai attenzione però a non esagerare, perderesti di autorevolezza.

  • Vendi servizi turistici: con l’Inbound Marketing saranno le persone a venire da te e non viceversa, quindi potresti offrire loro l’organizzazione di un viaggio specifico che hanno avuto modo di leggere sul tuo blog, e vendere delle guide specifiche.

  • Consulenze: se riesci ad affermarti nel settore molti neofiti del travel blogging sarebbero disposti a pagare corsi per ascoltare e comprendere come hai costruito e portato al successo il tuo blog di viaggi.

 

 

Vuoi creare un blog di viaggi? Hai già un travel blog? Condividi la tua esperienza nei commenti e potrei darti qualche consiglio su come trasformare la tua passione per il travel blogging in un lavoro.
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Paura e delirio a Las Vegas.
 

Partecipa alla discussione! 2 Commenti

Lascia un commento

© 2015-2019 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione