Skip to main content

Il settore del food e della ristorazione fa particolarmente presa negli utenti digitali, in particolare su social media come Instagram. Ormai ci siamo abituati ad assaggiare il cibo prima con gli occhi e solo se superato questo test visivo ci dedichiamo al palato. Negli ultimi dieci anni abbiamo assistito ad un importante cambiamento da parte del pubblico nei confronti del cibo.

 

Il potenziale cliente valuta il ristorante ancora prima di entrarci dentro, e lo fa attraverso lo smartphone

 

Nel settore del marketing e della comunicazione, studiare e comprendere i processi e i cambiamenti è fondamentale per capire quali sono le nuove esigenze del mercato e come fare leva attraverso i nuovi approcci comunicativi e le tecnologie a disposizione. Se è vero che alcuni elementi cambiano, altri rimangono sempre gli stessi. Soprattutto quando si tratta degli aspetti legati all’impatto emotivo. Nel mondo della ristorazione, è come se si fosse generato un passaggio ulteriore che stimola (in senso positivo o negativo) l’idea che un consumatore si fa di un ristorante. Il processo posto in atto è qualcosa di molto simile ad un trailer. Se prima si andava al cinema, senza sapere che film vedere, ora si va a vedere un film specifico, di cui si conosce già tanto. Nel mondo della ristorazione, in maniera analoga, l’utente vuole prima vedere il piatto che andrò a mangiare, cercando di capire quale esperienza, al di là del cibo, può offrire quel posto. E quanto di questa esperienza è condivisibile attraverso i social. Infatti, oggi andare a mangiare è un elemento di condivisione della propria esperienza, e diventa occasione per raccontare (e implicitamente recensire) il luogo in cui ci si trova.
 

 

 

 

Brand identity per ristoranti, una questione di carattere

All’interno di queste dinamiche, spesso la differenza è costituita da quanta “personalità” il ristorante è in grado di far emergere attraverso le piattaforme digitali. Come dicevamo, in primo luogo attraverso i social media, mostrando non solo l’offerta ma anche l’esperienza che si può vivere all’interno del locale. Una volta dentro, poi, ad accompagnare l’esperienza online del luogo fisico, dalla pandemia in poi prevale l’iterazione da parte dell’utente attraverso il menù digitale (e quindi, ancora una volta, l’utente è chiamato a fare uso attivo del proprio strumento con cui condivide le proprie esperienze: lo smartphone). Va detto in maniera chiara e priva di ambiguità: nulla va lasciato al caso. Anche lo scrollare del menù, la descrizione dei piatti, il naming e gli elementi grafici diventano la chiave per diversificarsi e creare un rapporto con l’utente, generando una serie di sensazioni positive.

Alla base delle scelte grafiche e di come si presenta il ristorante c’è (o ci dovrebbe essere) la brand identity.

 

La brand identity aiuta il ristorante a definire chi è non solo nei confronti dei consumatori, ma anche delle proprie scelte

 

Se un ristorante ha a cuore, ad esempio, valori come la tradizione e il rispetto delle ricette, il consumatore non si aspetta di trovare piatti che sono il frutto di fusion, o rivisitazioni varie. Sembra un discorso scontato, ma non lo è. È necessario quindi effettuare scelte coerenti con il proprio carattere e il contesto all’interno del quale ci si trova, scegliendo quando della tradizione locale si vuole mantenere il proprio menù. Per un ristorante, avere una brand identity forte e chiara può aiutare anche in fase di rinnovo del locale o, appunto del menù, per capire qual è la linea di valori che di ispirazioni culturali che si vuole mantenere.

 

 

 

 

Brand Identity per ristoranti: lavorare sul concreto per offrire un’esperienza concreta

Come abbiamo accennato, la brand identity guida l’attività in quegli elementi che riguardano i propri valori, la propria cultura e, di conseguenza, tutte quelle scelte che riguardano il comparto grafico nel contesto digitale, ma si potrebbe estendere anche a scelte di interior design del locale. Elementi come la palette colori, il logo, la scelta dei font presenti nel menù, il tono con cui descriviamo il nostro piatto e tanti altri, sono tutte questioni che riguardano la brand identity. A dirla tutta, un ristorante, sulla base della propria brand identity dovrebbe avere anche la direzione su quali ingredienti utilizzare, quali piatti preparare e come impiattarli. Questo, naturalmente, riguarda situazioni in cui ad esempio un ristorante parte da zero.

 

E se un ristorante già avviato ha bisogno di fare rebranding?

Spesso un ristorante che si affaccia nel mondo della comunicazione lo fa perché ha un’attività molto ben avviata ma sente la necessità di affacciarsi nel mondo dell’online. In questo caso, non possiamo parlare di vera e propria brand identity, o meglio: spesso si tratta di lavorare per formalizzare e chiarire tutti quegli elementi che di cui abbiamo parlato. Facciamo un esempio concreto con un nostro caso studio.

 

 

 

 

Brand Identity per ristoranti: il caso studio Eclipse

Eclipse è un ristorante presente a Cagliari molto ben avviato, che ci ha chiesto di rinnovare il loro menù. Per farlo, abbiamo prima di tutto studiato e compreso chi è il loro cliente abituale e se avessero necessità di aprirsi ad un nuovo pubblico. Dopodiché abbiamo, insieme ai titolari, cercato di capire quali sono gli elementi di spicco del ristorante, e come questi potessero essere messi in risalto nel menù. Solo dopo aver compreso le caratteristiche peculiari del ristorante (e delle scelte che quotidianamente compiono i titolari), siamo stati capaci di fornire loro un menù che fosse in linea con la loro identità: dal naming dei piatti alle descrizioni, dalla scelta del logo al payoff. Nulla può essere lasciato al caso, perché significherebbe trascurare elementi importanti della propria comunicazione.

Anche una richiesta apparentemente “semplice” come il refresh di un menù richiede di avere come punto di riferimento la brand identity. Il rischio sarebbe stato, in questo caso, di parlare un linguaggio diverso da come si è sempre fatto, considerando che l’attività si basa su clienti abituali e molto legati ai piatti classici. Si tratta di scelte che vanno fatte con cura e su cui occorre riflettere e studiare, perché ne vanno dell’andamento dell’attività del ristorante.
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Ratatouille.

 

Questo tema lo svisceriamo in questi articoli

brand identity per ristoranti
 
menu digitali per ristoranti, bar e pizzerie

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2024 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione