È giunto il momento di progettare il tuo sito web o di affrontare la delicata questione del restyling. Da dove iniziare? È una buona idea prendere spunto da altri siti?

Sicuramente vuoi che il sito sia bello e rispecchi la tua azienda. Frugare online tra gallerie di esempi può sicuramente esserti di aiuto, ma per realizzare un sito professionale non è sufficiente ragionare solo sul suo design. I fattori che possono incidere sulla buona riuscita del progetto sono molteplici. Per questo motivo c’è bisogno di un approccio metodico e scientifico che aiuti a radiografare il tuo business. Nessun colpo di testa insomma o creatività a briglie sciolte. Dobbiamo studiare la strategia comunicativa più efficace possibile tenendo presente quelle che sono le dinamiche del web.

Ti propongo quindi un piccolo questionario di 6 domande per acquisire delle informazioni indispensabili per progettare un sito web professionale, un valido strumento di comunicazione che aiuti a promuovere la tua attività e i servizi della tua azienda.

 

 

 

 

1. Qual è il tuo business?

Potrà sembrati una domanda scontata, ma è indispensabile che la risposta sia immediata e chiara. Quali servizi offre la tua azienda o spiegare di cosa ti occupi aiuterà a definire la posizione che andrai a coprire nel panorama di offerte online. Tieni conto che la soglia di attenzione si è ridotta drasticamente negli ultimi anni toccando gli 8 secondi. Questo significa che le persone si faranno un’idea acquisendo informazioni velocemente, magari dando una rapida occhiata alla tua homepage per dirigersi poi, se lo reputano opportuno, nella sezione servizi o prodotti. Se riusciranno a trovare le informazioni che stanno cercando senza troppi sforzi, ti sarai guadagnato dei potenziali clienti.

 

 

 

 

2. Chi sono i tuoi clienti?

È fondamentale conoscere coloro a cui destinerai la vendita dei tuoi prodotti e servizi in modo che la comunicazione sia lineare e senza filtri. Ogni tipologia di clientela a cui ti rivolgi però ha un suo approccio comunicativo. Per questo motivo è utile individuare le cosiddette buyer personas. Prototipi di clienti di cui conosciamo non solo l’età, la provenienza e l’attività lavorativa. Sono la rappresentazione di persone reali, con il loro carico di aspirazioni e paure, la cui complessità sfugge alle classiche definizioni di target.

 

 

 

 

3. Qual è il tuo punto di forza?

Online troviamo veramente di tutto e in mezzo ad un’offerta così vasta diventa sempre più difficile accaparrarsi la giusta dose di attenzione. Per questo motivo è doveroso mettere in evidenza il punto di forza della tua azienda. Il cliente deve entrare subito in contatto con questo elemento per distinguerti dalla concorrenza. Puoi inserirlo nello slogan della tua azienda o nella descrizione del tuo prodotto di punta.

 

 

 

 

4. Quanto conosci la tua concorrenza?

Analizzare la concorrenza ti aiuta ad avere il polso della situazione, un primo metro di giudizio per pianificare le tue prossime mosse online. Verifica se i tuoi competitor hanno un sito web. Magari potresti scoprire che alcune aziende, molto forti a livello locale, sono del tutto assenti online o che la loro presenza non è proporzionale al loro reale giro di affari. Poi su Google fai una ricerca generica dei servizi che offri. In questo modo potrai analizzare i risultati che gli utenti hanno a disposizione.

 

 

 

 

5. Cosa si può fare sul tuo sito?

Il sito web è parte integrante della tua strategia comunicativa e deve essere progettato per avere un ruolo attivo. Il sito web presenta ad esempio la tua azienda, ma una volta che un visitatore arriva su una tua pagina cosa vorresti che facesse? In gergo si parla infatti di conversioni, vale a dire di tutte quelle azioni che l’utente ha la possibilità di compiere. Per intenderci, potresti volere che un utente:

  • compilasse un form di contatto;

  • acquistasse un prodotto;

  • scaricasse del materiale informativo;

  • condividesse alcune informazioni sui social.

 

 

 

 

6. Che obiettivi vuoi raggiungere?

Non c’è bisogno di chiamare in causa Tony Robbins e di rivedere il tuo approccio mentale alla vita. Pensa ad esempio a qualcosa di concreto che possa portarti un vantaggio in termini di fatturato o di notorietà. Potresti voler aumentare la visibilità della tua attività a livello locale. Un primo obiettivo che si tradurrebbe in un incremento della clientela. Il prossimo step potrebbe essere quello di puntare su altri mercati anche al di fuori dei confini della tua regione.

 

 

 

 

Prima della scelta di qualsiasi colore, immagine e layout del sito che vorresti per la tua azienda, rifletti sul progetto nel suo insieme. Queste sono solo delle domande basilari, ma fondamentali per la progettazione di un sito web professionale. Da queste conseguirà lo studio che tocca vari aspetti quali la grafica, l’elaborazione dei testi, la comunicazione, la fotografia… It’s a Long Way to the top per avere un buon sito web!

 
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM Full Metal Jacket.

 

Lascia un commento

© 2015-2018 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione