Domandarsi oggi cosa sia un ebook equivale a chiedersi cosa sia un libro. Per ebook si intende infatti un libro elettronico, un libro in formato digitale che può essere utilizzato mediante Pc, smartphone, tablet e appositi dispostivi, gli ebook reader appunto. I suoi vantaggi ne stanno decretando il successo portando le case editrici a preferirlo al fratello maggiore cartaceo. I minori costi di produzione, il risparmio di intere foreste amazzoniche e la semplicità di distribuzione, permettono un margine di guadagno superiore per il venditore ed un risparmio per l’acquirente.

Gli ebook vengono pubblicati in formati appartenenti a specifiche piattaforme che potenzialmente ne limitano l’utilizzo. Infatti è necessario che l’utente presti attenzione al momento dell’acquisto in quanto un formato inadatto provocherebbe problemi di incompatibilità con il lettore che possiede. Al momento, per la lettura di un libro elettronico sono necessari i seguenti componenti:

  • un testo elettronico di partenza un ebook format con cui digitalizzare il testo creando un formato compatibile (per es. ePub)
  • un software di lettura che codifichi tale formato
  • un dispositivo di lettura (tra cui il più appropriato è senza dubbio l’ebook reader già accennato in precedenza)

In ogni caso, quello degli ebook è un mercato molto giovane ed è ancora alla ricerca di soluzioni tecniche per garantire piena compatibilità tra tutte le piattaforme di lettura.

Ricapitolando: divano, tazza di thè ed il mio ebook

Non tutti i documenti in formato digitale sono da considerarsi propriamente degli ebook. Un ebook cerca di fare propri gli elementi che contraddistinguono un libro tradizionale offrendo al tempo stesso un valore aggiunto multimediale, forse per farci dimenticare quanto ci si possa affezionare poco ad un oggetto immateriale. Gli ebook si sfogliano con un movimento delle pagine simile in tutto e per tutto a quello di un comune libro, permettono l’inserimento di segnalibri e soprattutto, almeno quelli più “evoluti”, possono presentare un livello di multimedialità impensabile per un canonico tomo cartaceo.

Ma quale file utilizzare per il mio ebook?

Il formato PDF brevettato per la stampa digitale dalla Adobe nel 1993 è compatibile con diversi lettori e programmi anche se non è propriamente indicato. Ad esempio, la formattazione del testo talvolta non risulta adeguata ai dispositivi multimediali di lettura.

Il formato Epub si sta imponendo nel mondo dell’editoria digitale ed è attualmente ampiamente supportato dalla maggioranza delle piattaforme presenti in commercio.

Troviamo il formato MOBI, compatibile con il dispositivo Kindle di Amazon, soprattutto nelle pubblicazioni dal carattere fortemente multimediale. Permette ad esempio la possibilità di annotare appunti sulla pagina, evidenziare contenuti e disegnare.

Il formato punta di diamante di Amazon Kindle è invece l’AZW.

Sul web sono facilmente reperibili ebook gratuiti e molti giovani scrittori hanno sposato la filosofia digitale del Do It Yourself (DIY) distribuendo in piena autonomia i propri contenuti. A tal proposito ho trovato veramente interessante l’articolo Esperimento di auto pubblicazione e-book su Amazon contenuto nel blog di Loredana de Michelis. A prescindere dai possibili risultati raggiungibili e dal numero di vendite che si possono contare il suo esperimento dimostra quanto sia semplice la pubblicazione sul web e quali siano i vantaggi in termini di risparmio sui costi rispetto alla pubblicazione su carta stampata. Le principali case di distribuzione si sono adeguate alla nuova frontiera della lettura digitale e l’e-commerce Amazon spicca con la sua invidiabile libreria offrendo ai clienti uno sconto medio che oscilla tra il 5% ed il 30%.

Gli italiani alle prese con l’ebook

In Italia continua a tenere duro il cartaceo e, anche se di anno in anno migliorano le vendite, siamo ancora distanti dai volumi di affari che raggiungono Stati Uniti e Regno Unito. In Italia le vendite di ebook risentono soprattutto dal numero di titoli disponibili. Siamo nell’ordine dei 25mila titoli contro i 100mila di Germania e Francia, briciole se paragonati ai 2 milioni statunitensi. I detrattori del web sparano a zero sul mondo degli ebook mentre gli addetti ai lavori spingono per incrementare l’offerta italiana facendo leva anche sul potenziale didattico dei libri del nuovo millennio. L’ebook infatti, essendo in formato digitale, può contenere modelli esplicativi per libri illustrati o render grafici 3D per facilitare la descrizione di uno specifico argomento. Il supporto in particolari discipline quali meccanica, architettura, medicina e geologia può essere realmente considerevole.

Con la legge di Stabilità 2015 l’Italia si appresta dal 1° gennaio a dar battaglia introducendo l’Iva ridotta sui libri a prescindere dal loro supporto, cartaceo o digitale. La riduzione dell’aliquota Iva al 4% potrebbe esporre l’Italia a procedure di infrazione da parte della Commissione europea. Una situazione analoga si riscontra in Francia e Lussemburgo dove è stata applicata un’aliquota ridotta del 7% e 3% già dal 2012.

ebook vs libro

Il piacere di portarsi appresso gli ebook catalogati e raccolti all’interno del proprio smartphone, tablet, PC o Kindle è stato la molla che ha fatto convertire molti lettori tradizionali. Il fotografo e documentarista olandese Reinier Gerritsen, attento osservatore dei comportamenti umani, in un reportage presso la metropolitana di New York ha constatato la drastica diminuzione di amanti del cartaceo. Nel suo libro dal titolo apocalittico “The Last Book” delinea la progressiva disfatta della lettura tradizionale sotto i colpi della scure del digitale. Per questo ha pensato di rendere omaggio a coloro che stoicamente continuassero con la lettura old school cartacea, immortalandoli in una serie di scatti. Gerritsen comunque è convinto che i libri cartacei non moriranno mai almeno fintanto che continueranno a (r)esistere i lettori vecchio stampo. Quelli che come inseparabile compagno di viaggio hanno un libro stropicciato dalla copertina mangiucchiata. Solo il tempo comunque potrà decretare il vincitore.

Il fascino del feticcio, del libro che ci aspetta sul comodino o impilato di traverso nella libreria sarà duro a morire. D’altra parte però l’usabilità e la comodità che la tecnologia sta apportando alle nostre vite non fa presagire alcuna via di mezzo. Io intanto continuo a spolverare la mia libreria stracolma di dischi e libri senza però privarmi di gironzolare tra gli scaffali di qualche e-commerce in cerca di un effimero colpo di fulmine con una copertina illustrata che mi ispiri particolare fiducia. Che il nuovo Ken Follett si trovi là fuori con il suo ebook in download gratuito?

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2022 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione