“Internet è uno strumento fondamentale. Letteralmente un’ancora di salvezza per molte persone disabili. Uso DragonDictate. Mentre ero in riabilitazione, ho imparato a gestirlo con la voce. Mi è piaciuto interagire con amici e sconosciuti con quel sistema. Molte persone disabili devono trascorrere lunghe ore da sole. I computer a riconoscimento vocale sono un mezzo di comunicazione che può prevenire il senso di isolamento”.

Christopher Reeve

 

 

Hai mai pensato a Internet come a qualcosa di fondamentale o ad un’ancora di salvezza? I contenuti web facilitano un alto grado di indipendenza per le persone con disabilità: tenere un blog, leggere notizie, condurre ricerche, pubblicare articoli, acquistare beni e servizi, partecipare al mondo, purché i siti e le applicazioni online lo consentano.

Il principio chiave dell’accessibilità al web per gli utenti con disabilità motoria è l’utizzabilità, perché non tutti possono usare il mouse, cliccare su alcuni link o utilizzare elementi dinamici in modo efficace

 

 

 

 
 

Le disabilità motorie

Lesioni del midollo spinale

Le lesioni del midollo spinale causano la paralisi degli arti. La paralisi delle gambe è chiamata paraplegia. La paralisi delle gambe e delle braccia si chiama quadriplegia.

L’età media in cui si manifesta la disabilità è di circa 31,7 anni. I maschi rappresentano circa il 75% di questi casi. Le principali cause di lesione del midollo spinale sono:

  • incidenti automobilistici – 44%

  • atti di violenza – 24%

  • cadute – 22%

  • sport – 8%

  • altro- 2%

 
Le persone con paraplegia generalmente non hanno difficoltà ad accedere ai contenuti web. Quelli con tetraplegia, tuttavia, possono avere difficoltà significative, a seconda del tipo e della gravità della lesione. In questi casi può essere difficile o impossibile usare un mouse o digitare su una tastiera. Tuttavia, sono disponibili tecnologie assistive a supporto degli utenti.

 

 

Perdita o danneggiamento degli arti

L’uso di internet è possibile senza troppe difficoltà anche solo con una mano. Nel caso di perdita dell’uso di entrambi gli arti esistono tecnologie e dispositivi come bacchette per la testa, stick per la bocca, software di riconoscimento vocale, ecc.

 

 

 

 

Malattie, condizioni congenite e accessibilità

Paralisi cerebrale

La paralisi cerebrale è una lesione del cervello che causa una diminuzione del controllo muscolare. Questa patologia di solito si manifesta durante lo sviluppo fetale o subito dopo la nascita. Le caratteristiche includono rigidità muscolare o spasmi, movimenti involontari, disturbi del linguaggio e paralisi.

Questa problematica interferisce principalmente con l’uso del mouse. L’uso di una tastiera, o di una tastiera adattiva, è ancora possibile, anche se con qualche difficoltà.

 

 

Distrofia muscolare

La distrofia muscolare è una malattia genetica in cui i geni delle proteine ​​muscolari sono danneggiati, provocando una progressiva degenerazione dei muscoli. Può colpire persone di qualsiasi età, ma è più comune nei bambini. Le tecnologie assistive dipendono dalla gamma di abilità dell’utente e includono bacchette per la testa, stick per la bocca, tastiere adattive, software di riconoscimento vocale, ecc.

 

 

Sclerosi multipla

La sclerosi multipla (SM) erode la mielina, uno strato di tessuto adiposo che circonda le fibre nervose, impedendo a queste di inviare segnali dal sistema nervoso centrale ai muscoli del corpo. Gli effetti includono tremori, debolezza, intorpidimento, deambulazione instabile, spasticità, rigidità muscolare, alterazione della memoria e in alcuni casi paralisi. Non sempre si manifestano tutti i sintomi e questi possono variare col tempo. I tipi di tecnologie e dispositivi di assistenza sono gli stessi delle altre disabilità motorie.

 

 

Spina bifida

La spina bifida è una condizione congenita che porta a difficoltà motorie e alla paralisi. In alcuni casi, il liquido può accumularsi e danneggiare il cervello. Di conseguenza, alcuni individui sperimentano difficoltà di apprendimento e di linguaggio.

 

 

Sclerosi laterale amiotrofica

La sclerosi laterale amiotrofica (SLA), anche chiamata come malattia di Lou Gehrig, è una patologia degenerativa che impedisce ai neuroni di inviare impulsi ai muscoli. I muscoli si indeboliscono nel tempo, rendendo difficoltoso l’utilizzo di un mouse o di una tastiera. La patologia può arrivare a influenzare i muscoli necessari per la respirazione compromettendo la vita dell’individuo. I sintomi includono lentezza nel movimento o nel linguaggio.

 

 

Artrite

Questa patologia interferisce con il controllo motorio rendendo difficoltose semplici azioni come premere un link o usare un touchpad. L’utente può avvalersi di mouse con trackball, software di riconoscimento vocale o altre tecnologie. Il dolore alle articolazioni può causare affaticamento, limitando la quantità di tempo che la persona è disposta a trascorrere online.

 

 

Morbo di Parkinson

Il Parkinson è una malattia del sistema nervoso centrale che provoca tremori incontrollabili e/o rigidità muscolari. La patologia può impedire in modo significativo l’uso di mouse e tastiera. In alcuni casi colpisce anche la voce pregiudicando il funzionamento dei software di riconoscimento vocale.

 

 

Tremore essenziale

Come il morbo di Parkinson, il tremore essenziale è un disturbo nervoso che può provocare tremori incontrollabili. Colpisce più frequentemente la parte superiore del corpo, come le mani, le braccia, la testa e la laringe influendo sulla voce.

 

 

 

 

Best Practise

Gli utenti potrebbero non essere in grado di utilizzare il mouse. Assicurati che tutte le funzioni siano disponibili sia con mouse / touchpad che tastiera (prova a utilizzare il tasto TAB per spostarti da un link all’altro).

Gli utenti potrebbero non essere in grado di controllare bene il mouse o la tastiera. Assicurati che i comandi abbiano una buona tolleranza agli errori (ad esempio, chiedi sei sicuro di voler eliminare questo file?). Crea link e pulsanti sufficientemente grandi che rimangono in una posizione statica. Consenti agli utenti di reimpostare o disabilitare i singoli shortcut.

Gli utenti potrebbero utilizzare software a riconoscimento vocale. Questi software replicano il movimento del mouse, ma non in modo efficiente come una tastiera. Assicurati quindi che tutte le funzioni siano disponibili dalla tastiera. Fornisci link descrittivi e cura il testo del pulsante.

Gli utenti possono affaticarsi quando utilizzano tecnologie adattive. Offri soluzioni alternative di navigazione per saltare lunghi elenchi di link o altri contenuti.

Gli utenti potrebbero non essere in grado di interagire fisicamente con il proprio dispositivo. Assicurati che il contenuto funzioni sia con orientamento orizzontale che verticale. Non fare affidamento sull’attivazione della rotazione o sui gesti del puntatore (come lo scorrimento o il trascinamento).

 

 

 

 

Tecnologie assistive

Dato che la maggior parte delle tecnologie assistive funziona sia tramite la tastiera, che emulando le sue funzionalità, sia tramite le interazioni del mouse o del touchpad, la chiave per gli sviluppatori è progettare interazioni che non si basino su un particolare tipo di input o di tecnologia.

 

 

Pennino a bocca per il controllo di tablet e smartphone

tecnologia assistita puntatore bacchetta per bocca
Chi non ha l’uso delle mani può avvalersi di un mouth stick per interagire con il proprio dispositivo. Presenta spesso una parte in gomma ad un’estremità che fornisce una migliore aderenza e una parte di plastica all’altra estremità da inserire in bocca. Grazie alla sua semplicità e al basso costo, è uno dei dispositivi di assistenza più diffusi.

 

 

 

Bacchetta per la testa

caschetto puntatore disabilità web
Le bacchette per la testa sono simili a quelle per la bocca, tranne per il fatto che sono indossate mediante l’uso di un caschetto. Muovendo la testa l’utente interagisce con la tastiera. Questo ausilio comporta un notevole affaticamento per la persona quando il compito richiede una lunga sequenza di tasti.

 

 

Interruttore singolo

Questo strumento aiuta nei casi di mobilità estremamente ridotta. Se una persona può muovere solo la testa, ad esempio, un interruttore può essere posizionato su un lato consentendole di premerlo con un movimento. I clic vengono interpretati dal software rendendo così possibile la navigazione online e l’uso del proprio computer. Alcuni software facilitano l’elaborazione di testi utilizzando una funzione di completamento automatico che cerca di prevedere ciò che la persona sta digitando e consentendole di scegliere tra i termini che il sistema propone.

 

 

Interruttore di sorso e soffio

Simili nella funzionalità a quello singolo, gli interruttori di sorso e soffio sono in grado di interpretare le azioni respiratorie dell’utente come segnali di attivazione / disattivazione e possono essere utilizzati per una varietà di scopi, dal controllo di una sedia a rotelle alla navigazione su un computer. Il dispositivo può essere combinato con un software che estende le funzionalità di questo semplice interruttore per applicazioni più sofisticate.

 

 

Mouse trackball di grandi dimensioni

mouse trackball grande
Un mouse con trackball non è necessariamente una tecnologia assistiva, viene usato comunemente infatti anche da utenti privi di disabilità. Alcuni, ad esempio, possono usarlo insieme ad una bacchetta per la testa o per la bocca. È relativamente facile usare un trackball con questi dispositivi se paragonato ad un mouse standard.
Gli utenti con tremori alle mani potrebbero preferire questo tipo di mouse per la stabilità del puntatore. Una volta spostato il cursore nella posizione desiderata, c’è meno pericolo di spostarlo accidentalmente mentre si tenta di fare clic con il pulsante del mouse. Una persona potrebbe anche manipolare un mouse con trackball con un piede, se lo desidera.

 

 

Tastiera adattiva

Se una persona non è in grado di eseguire movimenti precisi con le mani, può essere utile una tastiera adattiva. Alcune prevedono parti in rilievo tra i tasti rispetto ad una tastiera standard in modo che la persona possa appoggiare una mano su di essa e quindi far scorrere le dita sul tasto corretto. Un utente con tremori o movimenti spastici potrebbe trarre un notevole vantaggio da questo tipo di tastiera. Alcune sono anche dotate di un software di completamento delle parole, che consente alla persona di utilizzare meno sequenze di tasti.

 

 

Tracciamento oculare

I dispositivi di tracciamento oculare possono essere una potente alternativa per le persone con un controllo limitato o nullo sui movimenti delle mani. Il dispositivo consente alla persona di navigare online con i soli movimenti degli occhi. I software consentono alla persona di digitare sfruttando poi una tecnologia di completamento delle parole per accelerare l’azione. Questi dispositivi possono essere molto costosi, e quindi meno diffusi rispetto alle bacchette per testa o bocca.

 

 

Software di riconoscimento vocale

Un’applicazione ampiamente utilizzata è Dragon Naturally Speaking promossa dallo stesso Christopher Reeve. Purtroppo, le disabilità motorie, in particolare la paralisi cerebrale, possono pregiudicare l’utilizzo di questa tecnologia assistiva.

 

 

 

Le tecnologie presentate sono solo alcune delle più diffuse, ma ci sono migliaia di dispositivi disponibili che cercano di agevolare la vita di utenti con disabilità.

Traduzione dall’inglese del testo originale Motor Disabilities pubblicato da WebAIM.
 

IMMAGINE DI COPERTINA TRATTA DAL FILM La teoria del tutto
.

 

Sono lontani i tempi in cui in bagno si leggevano le etichette degli shampoo…

accessbilità dei contenuti online per persone che presentano disabilità

LASCIA UN COMMENTO

© 2015-2021 DIRTY WORK
Web Design Grafica Comunicazione